Orrore a Milano, capotreno foggiano perde braccio in aggressione.

 

suicidioOrrore a Milano, era una tranquilla mattinata quando, un capotreno foggiano C.D. stava controllando i biglietti ferroviari dei pochi passeggeri nei pressi di Villapizzone, sul convoglio Trenord che porta all’Expo, quando si è imbattutto, probabilmente, in un gruppo di sudamericani.

Alla richiesta della verifica del tagliando di viaggio si sarebbero prima rifiutati di esporlo e poi sarebbe iniziata una colluttazione proprio con il capotreno. È stato estratto un grosso coltello o addirittura un machete che ha colpito violentemente al braccio l’ispettore di bordo.

Testimone del fatto una donna che si è subito allontanata e un macchinista fuori servizio che sentendo le urla è precipitato sul posto assistendo il collega ferito di fatto salvandogli la vita stringendo una cintura attorno al braccio ferito del capotreno prima che perdesse i sensi.

Dopo una lunga operazione gli è stato amputato il braccio al Niguarda di Milano mentre gli aggressori si sono dati alla fuga, secondo gli inquirenti avrebbero le ore contate.