Foggia, rimosso il cordolo della discordia.

 

cordolo spartitraffico-2Tre anni fa l’installazione del tanto discusso cordolo spartitraffico in pieno centro cittadino, corso Cairoli e piazza XX Settembre, ed oggi la rimozione, non va avanti il progetto iniziato con la giunta Mongelli (che ha bollato l’episodio come ‘un brutto segnale’) con il benestare dei Ciclo amici per la mobilità sostenibile, la nuova amministrazione ha bollato la striscia in gomma gialla, che al momento dell’installazione aveva causato non pochi disagi ai passanti ed automobilisti ‘distratti’, come non sicura per la circolazione decidendo così di rimuoverla. 

Nell’ordinanza non si fa riferimento a che tipo di problema alla sicurezza si andrebbe incontro, e così iniziano a partire le prime ipotesi, forse per facilitare lo slalom nel traffico cittadino dei mezzi di soccorso, oppure, ragione più probabile, le numerose lamentele dei commercianti di zona, secondo i quali, la striscia gialla impedirebbe il parcheggio e il fluire del traffico a sfavore degli affari. 

La risposta del neo sindaco Franco Landella:’La rimozione del cordolo su corso Cairoli non sarà il preludio al ritorno della sosta selvaggia. La vigilanza contro i parcheggi in doppia fila e quelli effettuati in divieto sarà inflessibile. Si tratta di una decisione assunta in ragione della pericolosità del cordolo per la sicurezza soprattutto di ciclomotori e motocicli nonché per le difficoltà legate al transito delle ambulanze. Comprendo i timori generati nella cittadinanza da questo intervento. Assicuro, però, che la stessa non avrà conseguenze sulla fluidità del traffico e della circolazione, che non subiranno contraccolpi di carattere negativo. Il Comandante del Corpo di Polizia Municipale, Romeo Delle Noci, ha infatti già disposto un apposito servizio di controllo sul tratto stradale, al fine di perseguire violazioni del Codice della Strada, in particolare sul fronte dei parcheggi’

(Foto di Michele Sepalone)